Maria de Filippi

29 Nov

Era entrato in casa e aveva detto Questa è Blimunda. Perché Baltasar pensava che a uno dovrebbe bastare di conoscere il nome, il nome e basta e aspettare tutta la vita per sapere il resto. A Maria de Filippi Memoriale del Convento di Josè Saramago. Perché non c’è bisogno di sapere tutto tutto tutto tutto di due persone per farle incontrare, o ritrovare. Perché a tutti capita di incontrare qualcuno ed essere felice anche senza l’audience. Perché ci sono persone che ballano, cantano e recitano da sole. Perché il trono è scomodo e le urla annoiano. Perché la gente che non è cresciuta nelle sacrestie, nemmeno ci ritorna. E nemmeno in quelle sacrestie più laiche in cui sono stati trasformati gli studi televisivi.


J. Saramago, Memoriale del Convento, Feltrinelli (1982), pp. 320, 8 eu [Traduzione di R. Desti e C. Radulet]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: