Cristina Comencini

25 Feb

Figlia di Luigi Comencini, Cristina Comencini è una regista e scrittrice italiana. Col film tratto dal suo omonimo romanzo, La bestia nel cuore, scritto con la figlia, prodotto dal marito, va agli Oscar, entrando nella cinquina, lì dove falliscono film come Gomorra di Garrone o La prima cosa bella di Virzì. Cristina è sorella di Francesca, anche lei regista e a breve scrittrice (su Sette annuncia che sta lavorando alle bozze del suo romanzo di prossima uscita per Fandango).
Sui suoi esordi Cristina Comencini dice: ho mandato il mio secondo libro, Le pagine strappate, a Natalia Ginzburg, che aveva già letto il primo, ma mi aveva consigliato di non pubblicarlo. Glielo mandai anonimo, perché volevo che lo leggesse libera da ogni condizionamento. Non la conoscevo, ma lei conosceva mio padre. La Ginzburg disse che mi avrebbe aiutata a pubblicarlo. E passato un po’ di tempo, abbiamo fatto un editing insieme, poi lo ha pubblicato Feltrinelli. […] avevo gia scritto un raccontino, una favola ambientata nello zoo di Roma. Un produttore l’ha comprato e mi ha proposto di farne la regia, e così ho esordito anche nel cinema con Zoo.
Mai stroncata, sempre protetta, eppure neanche eccessivamente lodata, Cristina Comencini è ormai diventata una delle più popolari registe e scrittrici italiane. Sul suo talento molti avanzano dubbi. Il pubblico però la ama.
A Cristina Comencini regaliamo Padre Pio. Miracoli e politica nell’Italia del Novecento di Sergio Luzzatto.
I mezzi di comunicazione propri della modernità hanno enormemente accelerato il bioritmo di ogni discorso agiografico, e ne hanno alimentato a dismisura la ricaduta geografica. Dal tardo Ottocento in poi […] la vox populi intorno a una fama di santità ha trovato formidabili strumenti per consolidarsi e per diffondersi: alimentando ulteriormente l’antica diffidenza della Chiesa per le devozioni carismatiche e miracolistiche, sempre esposte al rischio di sconfinare nella cosiddetta superstizione . Scrive Ignazio Silone: Non cerchiamo di capire. Il destino di certi santi, da vivi, è tra i misteri più oscuri della chiesa.

Sergio Luzzatto, Padre Pio. Miracoli e politica nell’Italia del Novecento, Einaudi 2009, p. 419, e. 13,50

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: