Tag Archives: agota kristof

Silvio Berlusconi

1 Dic

C’era una volta il corpo elettorale. Come una castellana, attendeva con ardore il suo principe. Protetta da alte mura, solo un ascensore per raggiungere la rigogliosa foresta circostante. Ma la castellana non possiede la chiave dell’ascensore. Non c’è ragione di prendere l’ascensore: la foresta sta tutta nel riquadro della finestra, nello schermo aperto sull’esterno. Se l’immobilità procura formicolii alle gambe, il principe può far uccidere i nervi e con una sedia a rotelle meravigliosamente risolvere il problema. E se cominciano ronzii alle orecchie perché il silenzio è insopportabile e le luci distanti, della città, sono troppo forti, la premura del principe interviene a sopprimere l’udito e la vista. Nulla è troppo per il bene dell’amata. E se è così penoso sentirla urlare, ingrata, per una sofferenza senza motivo, una litania che rende impossibile il lavoro del principe, un altro piccolo bisturi può fare il miracolo. E renderla felice per sempre accanto all’amato. La chiave dell’ascensore di Agota Kristof, per imparare a diffidare di chi, se non può più sentire la propria voce, vuole che altri possano udirla. Un corpo debilitato ha ancora le mani e un piccolo bisturi brilla improvviso e argenteo come un coltello.

A. Kristof, La chiave dell’ascensore, Einaudi (1999), pp. 88. 6,40 eu. [Traduzione di E. Rasy]