Tag Archives: maria stella gelmini

Maria Stella Gelmini

18 Dic

Ottenere consenso comporta un lavoro lento e spesso complesso, ma è l’unica forma che permette a ciascuno di trovarsi a proprio agio nel funzionamento democratico. A Maria Stella Gelmini Guerrilla Kit di Morjane Baba, il vademecum del militante post Seattle, da esplorare come un’isola del tesoro, saltellando anarchici e divertiti tra “Provocazione simbolica”, “Autorganizzazione”, “Insurrezione”, “Ewoks (strategia degli)” ed “Evanescenza (tattica della)”. Perché, se si decide che il consenso non conta o che le scelte non devono essere necessariamente condivise, che i dubbi di chi fa parte di un gruppo (il mondo della scuola, dell’università, della ricerca, per esempio) valgono quanto un giro di giostra, è augurabile almeno conoscere il repertorio delle forma di lotta – e le relative schede fai da te – tramite cui i nostri studenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti potrebbero decidere di manifestare il proprio conseguente dissenso.

Morjane Baba, Guerrilla Kit, Isbn edizioni 2005, p. 324, e. 14, trad. di Matteo Schianchi

Annunci

Maria Stella Gelmini

11 Dic


A Maria Stella Gelmini consigliamo prima di tutto di rileggersi la sua tesi (Referendum di iniziativa regionale). Un lavoro “sciatto, scritto a tirar via” secondo il giudizio del suo lusinghiero relatore, che potrebbe tuttavia emendare alla luce della lettura del nostro Troppo belle per il Nobel di Nicolas Witkowski (Bollati Boringhieri, 2008), libro che oggi ci sentiamo particolarmente in dovere di regalarle, e non solo perché da sola non se lo comprerebbe mai. Trattasi infatti di testo da passare se vuole (anche sottobanco) alle sue illustri colleghe ministre, in modo che almeno loro, all’interno di quel Gabinetto, vengano a conoscenza di storie di donne che, sebbene non riconosciute appropriatamente dalla comunità scientifica mondiale, hanno dato un combattivo e fondamentale apporto culturale alla loro società, senza necessariamente passare da Reggio Calabria. E poi sono finite in un libro, consentitecelo, un poco più pregevole di Due anni di Governo.e fondamentale apporto culturale alla loro società, senza necessariamente passare da Reggio Calabria. E poi sono finite in un libro, consentitecelo, un po

 


N. Witkowski, Troppo belle per il Nobel, Bollati Boringhieri (2008), pp. 164, eu 25,00. [traduzione di A. Serra e C. Tartarini]

Maria Stella Gelmini

30 Nov

Pinocchio, come ben si sa, è un burattino molto vispo e molto amato dal suo creatore, mastro Geppetto. Anche Mariastella Gelmini è molto vispa e molto amata dal suo creatore, mastro Silvio. Purtroppo Pinocchio dicono che sia “un ragazzaccio, un vagabondo, un vero rompicollo…” e quando questi ribatte “Calunnie! Tutte calunnie!” al suo naso accade una cosa stranissima… Anche di Mariastella Gelmini dicono che sia un avvocato per caso, un politico per caso, un ministro per caso. Ma quando ella ribatte “Calunnie! Tutte calunnie!” cosa succede? E quando sostiene che la “sua” riforma “premia il merito e abolisce i privilegi” nell’università, non rischia forse di vedere cose strane accadere al suo naso? Prima che l’irreparabile succeda, le regaliamo Pinocchio di Carlo Collodi, una lettura che senz’altro le sarà utile


C. Collodi, Le avventure di Pinocchio, Bur (1999), pp. 202, 4,80 eu